ode al salame di scipione

Il Salame di Scipione merita un’ode.

Per essere proclamato vincitore nella competizione del  “Salame di Scipione” ci vuole tecnica, cuore e un po’ di poesia. Come descrivere tanta bontà? Un semplice disciplinare non basta, è cosa da industria. Per il Salame di Scipione ci vuole qualcosa di più importante: il nostro salame merita un’ode.

Ti presenti nel tuo budello sottile e pulito, lungo due spanne, legato a 4 o 5 corsi. Al taglio tieni la fetta senza fare la goccia. La tua carne, macinata non troppo fine e non troppo grossa, è di color rosso brillante, punteggiata di lardelli bianchi appena rosati. Il tuo profumo è discreto, il sentore di spezie è misurato e leggero senza prevalenza di alcun profumo su altri. Il tuo sapore è delicato, quasi dolce, semplice ma ricco di sfumature che si palesano lentamente e invitano a gustarne un’altra fetta, all’infinito. Tanto è il piacere che ti devo condividere in allegria con gli amici, che già lo sono o che per causa tua lo diventeranno.

Un elogio ai vincitori:
Severina Mozzoni che ha prodotto il “Salame di Scipione 2018”;
Celeste Malpeli 2° premio;
Virgilio Rizzi 3° premio.

Complimenti a tutti i 20 concorrenti.

Grazie:
ai 10 giudici di gara;
a tutti i partecipanti alla cena;
a chi ha lavorato per organizzare la serata;
a Marco Dioni per l’ospitalità

certificato di partecipazione

Consegnando questo certificato a tutti i partecipanti alla nostra manifestazione vogliamo dare il dovuto riconoscimento a chi lavora per mantenere viva un’antica tradizione locale. Rinnovare riti e usanze  rappresenta un solido ancoraggio a valori che rischiano di essere offuscati da stili di vita nuovi e in continuo cambiamento.

Oggi più che che mai dobbiamo essere consapevoli che le tradizioni, la storia e la sensibilità sono il fondamento della cultura di un popolo e che definiscono l’identità stessa di una comunità. E’ grazie a una solida identità che le persone trovano dignità e senso di appartenenza.

Mantenere viva la tradizione della produzione domestica di salumi è uno dei tanti riti che contribuiscono a rafforzare lo spirito della comunità. Anche grazie a questa usanza si esalta il valore della nostra identità fatta di genuinità, amicizia e rispetto per la storia della nostra terra.

Grazie a tutti i partecipanti.

la regola del salame

Un po’ di regole per l’elezione del Salame di Scipione 2018 dovevamo darcele, ma la prima regola della serata sarà divertirsi, competere senza prendersi troppo sul serio. E poi partecipare non costa niente, sosterremo le spese con il ricavato della cena. Buon appetito e buon divertimento.

La prima regola del salame è rispondere al desiderio di gusto e di semplicità, pane e salame insomma. Ma tutti i gusti sono gusti e ogni gusto ha il suo estimatore e allora è bello scoprirne sempre di nuovi. E poi è bello anche confrontarsi e verificare se il tuo gusto incontra quello degli altri. E’ bello sia convincere tutti del valore della tua ricetta, ma anche consolarsi come “genio incompreso”, perché non tutti possono apprezzare la tua perfezione, non tutti possono essere al tuo livello.
Un po’ di regole per l’elezione del Salame di Scipione 2018 dovevamo darcele, ma la prima regola della serata sarà divertirsi e competere senza prendersi troppo sul serio. Partecipare non costa niente, sosterremo le spese con il ricavato della cena.
Buon appetito e buon divertimento, dunque.

festa al salame

Mercoledì 21 marzo alla Trattoria Cavallo “faremo la festa al salame”, cioè assaggeremo la nuova produzione 2018. Per antica usanza , finita la stagione fredda, in cui si può lavorare le carni anche senza frigoriferi, si vuole vedere come sono venuti i primi pezzi.
Lo faremo in leggerezza e allegria, mettendo i piedi sotto il tavolo e premiando il migliore. Alla competizione potranno partecipare gli abitanti della valle dello Stirone che producono salami di suino esclusivamente per la propria famiglia secondo tecniche, usi e consuetudini tradizionali della nostra zona. Tutto il menù sarà dedicato al salame, dall’antipasto al dolce. Per meglio organizzarci chiediamo di prenotare la cena al numero 388.6371213.
Partecipare alla competizione è semplice, basta presentarsi alla Trattoria Cavallo mercoledì 21 marzo tra le 15:00 e le 18:00 con un salame di produzione casalinga. Sarà un gioco e come tutti i giochi anche l’elezione del Salame di Scipione 2018 ha bisogno di alcune semplici norme, per questo ci siamo dati anche un regolamento che troverete su questo sito.
Se amate le tradizioni e la bella compagnia questa è un’occasione per passare una bella serata.