Buon Apetito

Buon Apetito, il nuovo modo di fare festa degli amanti dell’Ape Piaggio. Tantissime Ape Piaggio, un menù gustoso con Risotto alla parmigiana, Pisarei e fasò, Coppa e Costine al forno, Patatine fritte e tanta musica con la Disco Ape di Manuel Comelli.

Buon Apetito è il nuovo modo di fare festa per gli amanti dell’Ape Piaggio. Buon Apetito, non è un errore, è condividere due passioni: l’amore per Ape Piaggio e il piacere di stare insieme a tavola. Gente orgogliosa, gente creativa gli apisti e la loro passione merita una licenza grammaticale, è nato così il: Buon Apetito.

L’occasione per ritovarsi è il raduno Euro Ape 2018 che si terrà a  Salsomaggiore Terme nel fine settimana dal 21 al 23 settembre. Alla fine dei tre giorni di festa bisogna chiudere in bellezza e noi della Pro Loco Scipione e Case Passeri vogliamo dare la possibilità a tutti gli amanti dell’Ape Piaggio e ai partecipanti al raduno di ammirare i veicoli iscritti all’Euro Ape e di sedersi a tavola tutti insieme.

Il Buon Apetito sarà nel campo davanti  alla Trattoria Cavallo a Scipione Ponte dalle ore 13:00 in poi. Il menù sarà:
Bis di primi piatti, Risotto alla parmigiana e Pisarei e fasò
Secondo piatto, Coppa e Costine al forno
Patatine fritte
1/4 vino e acqua (chi guida deve bere con molta moderazione)

E poi ci saranno musica e allegria con Disco Ape e lo spettacolo musicale di Manuel Comelli.

I posti per il Buon Apetito sono limitati, la prenotazione  è obbligatoria telefonando al 50 Special 0524-202364.

Si ringrazia per la collaborazione Bar 50 Special, Trattoria Cavallo, Panificio Cavallo, Motoclub Salsomaggiore, The Monkeys Parma.I Partner del Buon Apetito

 

 

Locandina Buon Apetito

Il gusto dell’autunno

L’autunno ha il gusto delle caldarroste, del castagnaccio, che qui da noi si chiama pattona, della polenta consa e fritta: domenica 16 settembre prepareremo tutto questo per gli amici di Scipione e Case Passeri.

Il gusto dell’autunno è nell’uva, nella farina di mais e nelle castagne. I frutti della terra sono oggi in gran parte disponibili tutto l’anno, ma se gustati secondo le stagioni sono molto più buoni. Così domenica 16 settembre, ultima domenica d’estate, assaporeremo il gusto dell’autunno ormai imminente.

I bambini saranno i protagonisti di questa giornata. Li porteremo a vendemmiare, pigeranno l’uva con i piedi, mangeranno polenta e caldarroste e soprattutto giocheranno nei campi e nelle vigne come una volta, semplicemente.

Ci ritroveremo al Campo degli Spaventapasseri verso le 15:00 per andare in vigna, dove i bambini proveranno a vendemmiare. Dopo un piccolo spuntino tra le viti, rientreremo al campo dove pigeranno l’uva raccolta. Poi, visto che il giorno dopo riprenderà la scuola, continueremo a giocare nel campo, fino al tramonto.

L’autunno ha il gusto delle caldarroste, del castagnaccio, che qui da noi si chiama pattona, della polenta consa e fritta: prepareremo tutto questo per gli amici di Scipione e Case Passeri.

L’imminente rientro a scuola riporta il pensiero a una poesia che rievoca il gusto dell’autunno: La Vendemmia di Giovanni Pascoli.


Il cielo già si colorava in fuoco.
Al colmo tino il giovinetto snello
si lanciò su, come a provar per gioco.

Stette sull’orlo un poco in piedi, bello,
raggiante tutto del suo bel domani,
a braccia spante, simile a un uccello.

Poi si chinò, s’apprese con le mani
all’orlo, e dentro, fra le pigne frante
tuffò le gambe e sul crosciar dei grani.

Il rosso mosto risalì spumante
sopra i garretti; ed ei girava a tondo
premendo coi calcagni e con le piante.

Buon rientro a scuola ai bimbi, alle mamme, ai papà, agli insegnati e buon autunno a tutti.
Il gusto dell’autunno

Il sorriso di Matteo

Il sorriso di Matteo sarà tra noi grazie alla musica di Gershwin, Orf, Tchaikovsky, Verdi, Stravinskij e Beethoven eseguita dagli straordinari musicisti dell’Orchestra sinfonica “La Nota in Più”. Sabato 8 settembre 2018 al Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme.

Non scorderemo mai il sorriso di Matteo

il sorriso di Matteo

Il sorriso di Matteo sarà tra noi sabato 8 settembre 2018 al Teatro Nuovo di Salsomaggiore in una serata che l’Assistenza Pubblica Salsomaggiore dedicherà al suo giovane volontario.

L’Orchestra sinfonica “La Nota in Più” eseguirà musiche di Gershwin, Orf, Tchaikovsky, Verdi, Stravinskij e Beethoven. La nota in più è rappresentata dal fatto che questa orchestra è composta da persone affette da autismo e disabilità cognitiva. È una nota in più che ci permette di apprezzare quello che la vita ci offre, con la stessa serenità del sorriso di Matteo, quel sorriso  che sarà sempre con noi.

Sentite un po’ cosa può fare la musica:
https://www.youtube.com/watch?v=sCP5LXkPios
https://www.youtube.com/watch?v=e5TtBFuv7mI
Avete sentito, vi siete commossi vero? Allora vi aspettiamo tutti sabato 8 settembre  al Teatro Nuovo.

Qualche informazione in più sull’Orchestra Sinfonica “La nota in più”: http://www.lanotainpiu.it/?p=39


Quello scelto dall’Assistenza Pubblica Salsomaggiore è un bel modo di festeggiare il 50° anniversario di fondazione.

Il sorriso di Matteo locandina concerto dell'Orchestra "La Nota in Più"


Sabato 8 settembre sarà una giornata interamente dedicata all’Assistenza Pubblica Salsomaggiore.

programma 8 settembre - 50 anni con Voi - Assistenza Pubblica Salsomaggiore


Per maggiori informazioni:
pagina facebook Assistenza Pubblica Salsomaggiore
sito internet Assistenza Pubblica Salsomaggiore

Gli Spaventapasseri ringraziano

Gli Spaventapasseri ringraziano chi ha partecipato alla festa, in particolare i bambini perché questa festa è dedicata a loro.

Gli Spaventapasseri ringraziano gli autori delle opere d’arte più libere, più creative e più belle che ci siano.

Gli Spaventapasseri ringraziano tutti i volontari che hanno lavorato per preparare la festa e i cibi speciali.

Gli Spaventapasseri ringraziano l’Amministrazione Comunale di Salsomaggiore Terme che ha concesso il patrocinio e ha creato un premio speciale per uno spaventapasseri speciale.

Gli Spaventapasseri ringraziano la Gazzetta di Parma, La Libertà e La Repubblica Parma per aver dato notizia della loro festa.

Gli Spaventapasseri di Case Passeri ritorneranno il prossimo anno, più belli e numerosi che mai. Nell’edizione 2019 ci saranno grandi novità.

i volontari della festa degli spaventapasseri 2018

Spaventapasri, Maj, o Pajas

Bonasera a tutt.

Im ciamen Renato e ven da Sès
a sun ammò svelt, se ciap in man i brèz
e scriv dal rimi perché am pièz
am pièz a scrivia tutt in dialètt
ia scriv alà sera prima d’andèr a lètt.

Ringrasci Marco d’aver ciamè
che a Ca di Pasra par pasèr la serè
la serèda ad conclusion
di spaventapasri, che taca al Stirón.

Na bela festa cun tant culur
fata da gente con dal vigur
le sté na gran bèla invension
i nan parlè ben, anca in televizion
sum che a Ca di Pasra asèma a vuèter
a guardèr cul camp le, cal pèr un quèder
un bel camp culurè, pien ad sagumi ad tant qualitè.

Ien bèi a bòta, guardei von par von
bravi … a ghi mis ad l’impegn, e i fat un bèl figuron
ien lavur d’artista, e vuèter si bon.

Fuma na ciacra cul noster dialètt
che nuèter al magnuma, tant me magnèr un cunfètt.

Che a Cà di Pasra tantisim ani fà
ghera tanti pasri che sul Dio alla sà
turtli, curnacion, pasri e pison
e nas salveva po gnent pranson
daltronde, da che mond e mond
iuzlen ien sempar ezistì,
quand ghe da magnèr, fra lur, i sen sempar capì
te ad magn che
me vagh in cul da svinant
te ad magn al sresi, me a magn i fiuron
fuma in manera, che nagh resta po gnent pran son.

Iabitant di pasra, stuf e rabì
ian cuminciè ciapès pri cavì
na bela sera i sen riunì
i sen riunì in cungregasion
asèma ai paruchian dal Pont ad Scipion
e quand is movan lur, anghe po gnent pranson
e stè ciapè di pruvediment
par salver, almeno al furment
e stè decis sensa tanti ciacri
da invinter … i spaventapasri.

Ecco parchè sum che riunì
i spaventapasri … che ien nasì
i spaventapasri da alura ien semper esisti
ieren fat ad paia, quesi sensa vestì
un fiasc impaiè cun un bel caplas
po sura la paia ig mativen i stras
a taca i bras ig tachevan i buslott
che quand i ciuchevan, i smariven i gazott.

Di spaventapasri, na vota ag nera pusè
ag n’era in dla vignà, in dal furment, e in d’lort
ma forsi al pasri, is snen mei acort
e dopa che al pasri i sen scantè
di spaventapasri, i nan pò piantè.

L’eter de, quand a sum pasè
dal sgasi fargnonni, ieren in meza al prè
che i scuriateven in meza i mai
forsi i sercheven un quel toch ad furmai,
te at pol metegh anca un bataglion ad suldè
che i sturen al sresi ian sempar magnè
lasumia magner che gan dirit anca lur
ien tutì creaturi dal noster Signur
un merul par suflèr la pur da magner
at vena i coion pri dan che fan
nuètar però, frutt e verdura, l’andum a toor da l’urtlan.

In conclusion custa che le na bèla manifestasion
però le tutt un zogh par feer divartir i ragas
lur is diverten curer in mèza i paias
in cul paes che, ien tutt bon garzon
al pasri aglià vool mia spavinter anson.

L’anagrafe la diz, che dal pasri che gne di milion
e che is caten ben, parche ien a ataca al Stiron
se te at la sent cinguetè frà lur
i disen:
che ghe dla chieta, ghe d’laria sana
metum sò ca che sum in campagna
d’ogni tant fum un vul in Stiron
cle na zona prutèta, e le nas tuca anson
che ghe dal sresi, dal furment, dla fruta,
dla fèva e riviott
po guma l’uvà bon’na che a un tir da sciopp”.

Al pasri in asemplea i sen riunì
e tutì dacordi ian cunvenì
che a Ca di Pasra ag fum al nì.

Ringrasium tutt l’oranizazion
parchè vuetèr si ativ dabon
cumincìè a cranvel, par finir a Nadèl
e po a Nadèl par finir a cranvèl
al calendèri, li limpì dabon
cun dal beli manifestasion
andè pur avanti, cun cul pas che
che anson nav tenà a drè.

L’uzlen le scapusè in dla vida
e la fola le fnida.

Renato Dallatomasina
Scipione Passeri, 29 luglio 2018

Gli Spaventapasseri premiati

Quattro serate di festa nella natura, accompagnate da musica e ravvivate da buon cibo, camminate, premiazioni e persino dalla lettura di poesie dialettali ispirate agli spaventapasseri.

La semplicità e l’accoglienza della gente di campagna ha offerto a tutti la giusta atmosfera per sentirsi liberi e sereni durante i quattro giorni della Festa degli Spaventapasseri di Case Passeri.
Si vedeva la felicità nei sorrisi dei bambini, la loro gioia di muoversi nel verde, di giocare liberamente nel modi più semplici e creativi e di immaginare storie fantastiche ammirando quelle strane creature di paglia e stracci.
Sono state quattro serate di festa nella natura, accompagnate da musica e ravvivate da buon cibo, camminate, premiazioni e persino dalla lettura di poesie dialettali ispirate agli spaventapasseri stessi e scritte da Renato Dallatomasina.
La giuria formata da due bambini e da Enrica Porta, Vice Sindaco di Salsomaggiore Terme, da Massimiliano Mazzaschi e da Antonio Folli ha proclamato i tre vincitori: 1° premio a “Il Gufo”, 2° premio allo “Spaventametal”, 3° premio a ”La Vanda”. E’ stato assegnato anche un premio speciale dell’Amministrazione Comunale a “Steve Guerriero di Paglia”.
I vincitori assoluti sono stati scelti all’interno di una selezione di 10 opere votate dalla giuria popolare.


I VINCITORI DELL’EDIZIONE 2018

LA SELEZIONE DEL VOTO POPOLARE 2018

 

Spaventapasseri e artisti in libertà

Tutti i bambini sono degli artisti nati; il difficile sta nel fatto di restarlo da grandi“, diceva Pablo Picasso: a Case Passeri questo è possibile.

Fare spaventapasseri mantiene vivo il nostro innato senso artistico, libero da condizionamenti estetici e culturali. Se guardi con attenzione nei nostri Spaventapasseri trovi tutto quello che serve per sollevare gli animi: immaginazione, libertà, ironia e leggerezza.

Tutti gli artisti meritano un grande bravo, tuttavia, visto che un po’ di competizione stimola la crescita, domenica 29 luglio premieremo gli Spaventapasseri più belli o più paurosi … chi lo sa. Il voto popolare sceglierà i 10 finalisti, tra i quali una giuria tecnica, composta da tre adulti e due bambini, sceglierà poi i tre vincitori assoluti dell’edizione 2108.

Grazie a tutti i partecipanti

 

La Festa Spaventapasseri è la Festa della Felicità

Una foto di bambini felici è la prova che la Festa Spaventapasseri è la festa della felicità. Sabato 28 luglio diventeremo tutti Spaventapasseri, anzi Spaventaguai. Domenica 29 luglio nuova giornata di gioco ed elezione dello Spaventapasseri 2018.

È bello vedere la felicità dei bambini e sapere che anche tu hai contribuito alla loro felicità: possiamo dire che la Festa Spaventapasseri è la Festa della Felicità. Grazie a Jessica e a tutti i genitori.

LA FESTA CONTINUA
Sabato 28 luglio diventeremo tutti Spaventapasseri, anzi Spaventaguai e domenica 29 luglio ci sarà una nuova giornata di gioco e l’elezione dello Spaventapasseri 2018.

Festa sotto le stelle

Una festa sotto le stelle risente del clima e del tempo meteorologico. Così un temporale estivo ci ha costretto a rimandare gli ultimi due giorni di festa a sabato 28 e domenica 29 luglio.

Una festa sotto le stelle risente del clima e del tempo meteorologico, come tutti i frutti della terra. Così un temporale estivo ha nascosto le stelle e ci ha costretto a rimandare gli ultimi due giorni di festa a sabato 28 e domenica 29 luglio. Anche la premiazione degli spaventapasseri è rimandata a domenica 29 luglio.

Per non deludere i nostri amici domenica 22 luglio ci saremo comunque, dalle 19:00 in poi. Ci saranno i giochi per i bimbi, la cucina, la musica e la nostra pista da ballo in plastica soffice che piace ai bambini e ai grandi ballerini. Noi ci proviamo … sempre che il tempo ce lo permetta.

La festa sotto le stelle degli Spaventapasseri di Case Passeri continuerà il prossimo fine settimana e manterrà lo stesso programma


SABATO 28 LUGLIO
– ore 19:00 – cena nel verde
– ore 18:30 – Palio delle Rotoballe
– ore 19:30 – iscrizione Camminata Notturna degli Spaventapasseri Viventi – ore 20:00 (circa) – partenza camminata Spaventapasseri Viventi
– ore 22:00 (circa) – rientro al campo degli Spaventapasseri Viventi e musica con Apecar Dj Stefano Dioni fino alle 24:00
Continuano anche oggi le votazioni popolari per eleggere lo Spaventapasseri 2018
Ingresso a offerta per sostenere i costi organizzativi

Camminata Notturna degli Spaventapasseri Viventi
ore 19:30 ritrovo al campo degli Spaventapasseri a Case Passeri dove, per ragioni di sicurezza, bisogna registrarsi;
– verso le 20:00, seguendo le indicazioni degli Spaventapasseri di paglia e stracci si camminerà verso il Rio Valle;
– si proseguirà poi verso Pietra Nera dove verrà offerto un goloso rinfresco e passando tra le case del luogo si farà ritorno al campo, si pensa verso le 22:00.

Nota tecnica per la camminata dal campo degli Spaventapasseri al Rio Valle
Ritrovo ore 19:30 al campo degli Spaventapasseri – Case Passeri – Salsomaggiore Terme (Pr) https://goo.gl/maps/XBsfiRKfLGn
Distanza complessiva: Km 3 (circa)
Dislivello: 150 mt (circa)
Percorso su carraie, prati, asfalto e strada bianca
Abbigliamento: è di rigore vestirsi da spaventapasseri, scarpe comode, torcia luminosa, bastoncini da nordic walking oppure il tradizionale bastone di sicurezza. Ristoro goloso a metà percorso per tutti.
Prezzo 3 euro (per coprire spese organizzative e di assicurazione), bambini gratis.


DOMENICA 29 LUGLIO
– dalle ore 17:30 – giochi per i bimbi
– dalle ore 19:00 – cena nel verde
– ore 21:30 – proclamazione dei vincitori del Concorso Spaventapasseri 2018 – dalle ore 21:00 alle 24:00 – musica e ballo nel campo con Alberto Ray Morigoni
Ingresso a offerta per sostenere i costi organizzativi


L’estate e i suoi temporali sono stati straordinariamente descritti da Vivaldi, ve li proponiamo in una magistrale esecuzione di Viktoria Borissova in concerto con Kreativ Ensemble. Buon Ascolto.

Vivaldi, Le quattro stagioni, Estate-presto

La festa degli Spaventapasseri comincia

La festa degli Spaventapasseri comincia e il primo giorno è stata una bella festa
Queste sono alcune foto, ma le feste non le puoi raccontare, devi viverle.
Ci sono altri due giorni, vi aspettiamo.